In che modo e con quali obiettivi risparmiano i giovani tra i 18 e 29 anni

Oltre il 90% dei giovani tra i 18 e i 29 anni risparmia regolarmente. Ciò significa che questa fascia di popolazione mette denaro da parte molto più frequentemente rispetto agli over 55. Questo è quanto emerge da un sondaggio rappresentativo della Banca Migros, condotto nel mese di ottobre 2023 e giunto ormai alla sua terza edizione (dopo quelli del 2019 e del 2021). Sebbene la forma di investimento più diffusa tra i giovani intervistati non sia cambiata, l’obiettivo di risparmio principale certamente sì.

Continuare a leggere

«Un risanamento energetico conviene all’ambiente e ai proprietari»

Anche le banche fanno la loro parte a favore del clima. Nel raggiungimento dell’obiettivo climatico «saldo netto pari a zero» entro il 2050 le banche aderenti all’Associazione Svizzera dei Banchieri (ASB) assumono un ruolo importante. A partire dal 2024, le banche aderenti all’ASB si impegnano a sensibilizzare i clienti che usufruiscono di un’ipoteca sull’efficienza energetica dei loro immobili e a sostenerli per incrementarla. Nell’intervista seguente, Manuel Kunzelmann, CEO di Banca Migros, valuta l’impegno delle banche.

Continuare a leggere

Risparmiare? Sì, sicuro!

Il sondaggio svizzero sul risparmio 2023 mostra chiaramente che negli investimenti le persone ritengono la sicurezza più importante che mai. Il principale obiettivo di risparmio, inoltre, è il desiderio di costituire una riserva finanziaria per fronteggiare gli eventi imprevisti. Questi sono solo due dei numerosi dati emersi da un sondaggio rappresentativo sul comportamento della popolazione svizzera riguardo al risparmio e agli investimenti. Dopo quelli del 2019 e del 2021, si tratta già del terzo sondaggio che la Banca Migros ha condotto con l’istituto di ricerche di mercato Intervista.

Continuare a leggere

La rinascita del portafoglio multi-asset

Il portafoglio 60/40, in cui una quota azionaria del 60% assicura il rendimento a lungo termine e una quota obbligazionaria del 40% copre i periodi di volatilità, è stato considerato per decenni la regola d’oro del mix di portafoglio. Negli ultimi anni, il portafoglio 60/40 è diventato meno importante a causa del notevole aumento dei tassi d’interesse e della conseguente debolezza delle performance di azioni e obbligazioni. Nell’attuale contesto di mercato, con la probabile fine dei rialzi dei tassi d’interesse e la crescente attrattiva delle obbligazioni, si dovrebbe prestare maggiore attenzione a un portafoglio diversificato al di là delle azioni.

Continuare a leggere

Quale sarà la Cina di domani?

Lo scorso anno le azioni cinesi sono state deludenti. La crisi immobiliare, la disoccupazione giovanile, la politica economica e le tensioni geopolitiche pesano sulla fiducia nel mercato cinese. La Cina ha perso l’attrattiva per gli investitori o il mercato azionario cinese ne sta risentendo troppo?

Continuare a leggere

Riforma AVS 21: ecco cosa cambierà in Svizzera da gennaio 2024

Il 1° gennaio 2024 entra in vigore la riforma AVS 21. La riforma armonizza la cosiddetta «età di riferimento» (quella che è stata finora l’«età ordinaria di pensionamento») per le donne e gli uomini e consente una maggiore flessibilità nella riscossione della rendita. Inoltre, ai fini del finanziamento dell’AVS incrementa l’aliquota IVA. Una panoramica delle principali modifiche.

Continuare a leggere