Trump può spingere la Fed a cambiare linea d’azione?

Per Donald Trump i rialzi dei tassi di riferimento operati dalla banca centrale statunitense (Fed) sono una vera spina nel fianco. A più riprese ha aspramente criticato la Fed per questa linea d’azione. Tuttavia, il Presidente non può influenzare direttamente le decisioni della banca centrale in materia di politica monetaria. Non gli resterebbe che esercitare un influsso indiretto operando una selezione mirata dei candidati governatori da proporre al senato per la nomina alla Fed. Eppure finora Trump ha sempre scelto candidati neutrali.

Continuare a leggere

Previsioni sui tassi: i tassi continueranno ad aumentare

Mentre la Banca Nazionale Svizzera (BNS) in occasione della sua più recente valutazione trimestrale della situazione ha lasciato invariato ancora una volta il tasso di riferimento, il rendimento dei titoli decennali della Confederazione Elvetica quest’anno è decisamente aumentato. A fronte dell’attuale contesto macroeconomico, prevediamo il proseguimento graduale e moderato della tendenza al rialzo.

Continuare a leggere

Previsioni sui tassi d’interesse: ancora lontana una svolta sul fronte dei tassi

Il franco svizzero ha perso terreno, ma la Banca Nazionale Svizzera (BNS) conferma i tassi negativi. Nella sua recente valutazione della politica monetaria, il presidente della BNS Thomas Jordan ha difeso il corso seguito sinora. Nel frattempo il Libor si è consolidato sui minimi storici, mentre non si esclude che i tassi delle ipoteche fisse con lunghe durate tendano al rialzo.

Continuare a leggere