Il Premio solare europeo dopo il premio della Banca Migros

L’intervento edilizio nel centro di Tobel, nel comune di Tobel-Tägerschen nel Canton Turgovia, è stato premiato con un Premio solare europeo. La Banca Migros l’aveva già intuito: nell’ambito del conferimento del Premio Solare Svizzero il complesso edilizio era stato insignito del «Premio solare speciale della Banca Migros per le case plurifamiliari» e in contemporanea candidato al Premio solare europeo.

I preconcetti sono duri a morire: come quello secondo cui la costruzione sostenibile sarebbe costosa. La smentita arriva dalla costruzione delle case plurifamiliari nel centro di Tobel, che il 17 novembre 2018 si è aggiudicata a Bonn il Premio solare europeo nella categoria «Proprietari e gestori di impianti per l’utilizzo di energie rinnovabili». Un mese prima l’edificio aveva già ricevuto il «Premio solare speciale della Banca Migros per le case plurifamiliari» assegnato per la prima volta e in contemporanea la candidatura al Premio solare europeo.

Più economici del 20% rispetto agli affitti della zona

La costruzione, progettata dallo studio di architettura Fent Solare Architektur di Wil SG, è un cosiddetto edificio EnergyPlus: in altre parole, fornisce più energia di quanta ne richieda. Il grado di approvvigionamento con energia solare è del 157 per cento e l’eccedenza copre teoricamente il fabbisogno energetico annuo di un’auto a energia solare per ciascuno dei 32 appartamenti.

Per la giuria del Premio solare speciale della Banca Migros e del Premio solare europeo, il fatto che il centro di Tobel consenta di vivere in un edificio con requisiti di efficienza energetica a prezzi convenienti è stato determinante. Questi prezzi sono inferiori di oltre il 20 per cento rispetto a quelli normali per appartamenti comparabili. Le spese accessorie sono addirittura inferiori del 50 per cento rispetto a quelle per gli edifici convenzionali.

Un nuovo orientamento per l’edilizia residenziale

Anche per gli investitori, la costruzione EnergyPlus nel centro di Tobel costituisce un esempio da seguire. Da un lato, soddisfa già tutti i futuri standard, in particolare gli ambiziosi obiettivi dell’accordo internazionale sul clima di Parigi (COP21), che garantiscono un’elevata sicurezza degli investimenti. Dall’altro, la produzione in eccesso di energia solare produce redditi aggiuntivi e quindi una migliore redditività.

Questi punti non hanno convinto solo la giuria che il 16 ottobre ha conferito a Sursee il «Premio solare speciale della Banca Migros per le case plurifamiliari»; anche il comitato tecnico del Premio solare europeo ha espresso il suo apprezzamento per il centro di Tobel come «esempio futuristico di integrazione sociale ed economica degli affittuari nell’utilizzo dell’energia solare».

Presentazione del Premio Solare europeo nella categoria «Proprietari e gestori di impianti per l’utilizzo di energie rinnovabili» (da sinistra a destra): Stefan Wyss (Fent Solare Architektur), il Prof. Peter Droege (Presidente Eurosolar e Presidente della Giuria), Giuseppe Fent (Amministratore Delegato Fent Solare Architektur), Bernd Geisenberger (Responsabile Clientela aziendale della Banca Migros), Stephan Grüger (Vice Presidente Eurosolar).

Contributi analoghi

Lascia un commento

Siamo interessati a una discussione aperta nei commenti, che devono tuttavia avere un riferimento specifico all’argomento trattato nell’articolo. Per saperne di più leggete le nostre regole per i commenti.

* Campi obbligatori