30 consigli fiscali (parte 2/3): deduzioni fiscali per la vostra vita professionale

La seconda parte della serie fiscale si occupa delle deduzioni fiscali che potete effettuare nell’ambito dell’attività lucrativa e delle cariche pubbliche. A tale scopo leggete i consigli dal 13 al 20.

Come lavoratori potete dedurre i costi legati alla vostra attività professionale. A livello federale e cantonale la deduzione delle spese professionali è però spesso possibile solo fino a determinati importi massimi.

Spesso è possibile dedurre le spese professionali solo fino a determinati importi massimi.

13. Spese professionali di trasporto

Per le spese professionali di trasporto con mezzi privati e pubblici potete dedurre al massimo 3000 franchi dall’imposta sul reddito federale. Ad eccezione di BS (3000 franchi) e GE (500 franchi), i cantoni prevedono per le imposte sul reddito limiti più elevati oppure non prevedono alcuna restrizione, come riassunto in questo articolo del blog della Banca Migros. Oltre ai costi di trasporto con mezzi privati e pubblici, presso la Confederazione e tutti i cantoni (eccetto GE) potete dedurre i costi per una bici, di norma 700 franchi l’anno.
A proposito: non potete dedurre le multe che ricevete durante i viaggi di lavoro.

14. Costi supplementari per i pasti fuori casa

Se dovete mangiare fuori casa, potete effettuare una deduzione fiscale forfetaria di 15 franchi al giorno. Se il datore di lavoro offre il vitto a prezzi ridotti, è ammessa solo metà deduzione, pari a 7.50 franchi.
Attenzione: se il luogo di domicilio e quello di lavoro si trovano a poca distanza, il fisco non accetta alcuna deduzione. Se una pausa pranzo dura almeno 30 minuti netti, ossia dopo aver dedotto il tempo necessario per il viaggio di andata e ritorno, l’autorità fiscale può rifiutare la deduzione per i pasti fuori casa perché considera sostenibile rientrare a casa per il pranzo. Vi è una restrizione anche per i lavoratori a tempo parziale: se si lavora solo mezza giornata, non è consentita la deduzione per i pasti.

15. Altre spese professionali

Per l’abbigliamento e gli utensili di lavoro, i sistemi informatici e altre spese professionali potete dedurre presso la Confederazione fino al 3% dello stipendio netto, minimo però 2000 franchi e massimo 4000 franchi. I cantoni prevedono deduzioni massime comprese tra 500 franchi (BS) e 7000 franchi (NW).

16. Costi per l’home office

Nelle summenzionate «altre spese professionali» è possibile dedurre anche i costi per l’home office (affitto, illuminazione, riscaldamento, pulizia, ecc.). Tuttavia, per poterle computare devono essere soddisfatti tre requisiti:

  •  Il lavoro in ufficio non è ragionevole (ad esempio per mancanza di una postazione di lavoro adeguata o perché per recarsi al lavoro è in genere richiesta più di un’ora).
  •  Il lavoro a casa rappresenta una parte essenziale del grado di occupazione complessivo (di norma il 40%).
  • Il lavoratore dispone di uno spazio specifico destinato esclusivamente o principalmente all’home office, che non può essere utilizzato a fini privati.

17. Spese per attività accessorie

Chi esercita un’attività accessoria può dedurre a livello federale un forfait del 20% o un massimo di 2400 franchi per le spese professionali. Questa regola vale anche per la maggior parte dei cantoni.

I costi di formazione e perfezionamento professionale sono deducibili fiscalmente.

18. Formazione e perfezionamento professionale

I costi di formazione e perfezionamento professionale sono deducibili fiscalmente se avete compiuto il 20º anno di età e avete conseguito un titolo di studio della scuola secondaria superiore (tirocinio, maturità, scuola media specializzata o professionale). La deduzione massima ammonta a 12’000 franchi presso la Confederazione e la maggior parte dei cantoni. Le uniche eccezioni sono i Cantoni BS con 18’000 franchi e TI con 10’000 franchi.
Oltre ai costi di formazione e di viaggio, nelle spese deducibili rientrano anche il materiale didattico, il vitto fuori casa e i costi di pernottamento. Potete quindi detrarre dall’imposta sul reddito tutti i costi di formazione e di perfezionamento sempre che siano stati sostenuti da voi (nessun rimborso da parte del datore di lavoro) e che possano essere dimostrati.
Non sono deducibili i corsi di formazione e perfezionamento senza alcun legame o con un legame minimo con la vostra professione, come i corsi di lingua. I corsi di formazione e perfezionamento non sono inoltre deducibili se al momento del corso non state svolgendo un’attività lucrativa, per esempio se vi trovate nell’anno sabbatico o se siete disoccupati. Infatti la regola è: senza attività lavorativa, non è prevista alcuna deduzione delle spese professionali.

Il servizio presso i pompieri e le cariche pubbliche vengono ricompensati con importi fiscalmente esenti.

19. Soldo dei vigili del fuoco

Il soldo dei vigili del fuoco fino a 5000 franchi è esente dall’imposta federale e nella maggior parte dei casi dall’imposta cantonale (SH 7000, JU/NE/ZH/VS 8000, FR/GE/VD 9000, AG/BL/SO 10’000).

20. Cariche pubbliche

Non viene ricompensato fiscalmente solo il servizio presso i vigili del fuoco, ma anche presso le autorità. Diversi cantoni concedono pertanto importi fiscalmente esenti per attività accessorie presso autorità comunali, scolastiche ed ecclesiastiche. A ZH, per esempio, è possibile dedurre l’intero indennizzo fino a un importo di 8000 franchi, mentre per la parte eccedente tale importo è deducibile un ulteriore 20%. È possibile dedurre al massimo 12’000 franchi.

Contributi analoghi

Lascia un commento

Siamo interessati a una discussione aperta nei commenti, che devono tuttavia avere un riferimento specifico all’argomento trattato nell’articolo. Per saperne di più leggete le nostre regole per i commenti.

* Campi obbligatori