Risanamento energetico: la consulenza giusta è decisiva

Per il risanamento energetico della propria abitazione i proprietari si trovano ad affrontare un’enorme quantità di questioni tecniche. È dunque fondamentale poter contare su una consulenza indipendente, non legata a costruttori, tecnologie e prodotti specifici. Ne è un esempio Migrol, il fornitore di servizi energetici del Gruppo Migros.

Ogni edificio, al pari di chi vi abita, ha caratteristiche molto personali. Ed è qui che entra in gioco il servizio di consulenza energetica Migrol: il suo obiettivo è proporre interventi che migliorino il bilancio ecologico ed energetico degli edifici e anche il comfort abitativo.

Quali sono le vostre esigenze?

In una prima fase viene formulato insieme al cliente un obiettivo di consulenza individuale, che può spaziare da una semplice «rinfrescata» fino a un risanamento completo oppure all’attuazione di un approccio EnergiePlus. Sulla base dello scopo prefissato si elaborano proposte concrete, delle quali vengono presentati anche i vantaggi e gli svantaggi. Al centro di questa analisi c’è sia l’utilità a lungo termine per i residenti e i proprietari, sia la sostenibilità delle soluzioni proposte.

Un esempio: energia geotermica e solare

Prendiamo ad esempio una casa unifamiliare con un vecchio impianto di riscaldamento a gasolio che dev’essere risanato. Per la produzione di acqua calda e il riscaldamento degli ambienti necessita di 15 000 kWh e quindi di circa 1600 litri di olio combustibile l’anno (v. metà superiore della tabella). La trasformazione dell’olio combustibile in calore genera 4500 kg di CO2 l’anno. Se invece è una pompa di calore a fornire l’energia, i due terzi provengono dal calore ambientale e non hanno un impatto ecologico negativo, mentre un terzo deriva dall’elettricità. In funzione del tipo di corrente elettrica utilizzata, vengono rilasciati circa 950 kg di CO2 l’anno, il che significa che le emissioni si riducono di quasi cinque volte. Se la pompa di calore è utilizzata per un periodo di 15 anni, la quantità di CO2 risparmiata corrisponde a quella assorbita da cinquanta abeti rossi alti 20 metri.

Nell’esempio della casa unifamiliare è inoltre possibile generare l’energia elettrica sul posto con un impianto fotovoltaico (v. metà inferiore della tabella). Grazie alla «rimunerazione unica» concessa da Swissgrid, i costi di installazione diminuiscono di circa un quarto e le spese di gestione annuali si attestano a soli 180 franchi.

Sostituzione dell’impianto di riscaldamento a gasolio con una pompa di calore aria-acqua.*
Riduzione delle spese di gestione del riscaldamento e notevole limitazione dell’impatto ecologico grazie all’uso del calore ambientale proveniente dall’aria.
a) Costi una tantumCHF
Pompa di calore aria-acqua montata (lordo)25000
Detrazione di eventuali incentivi (diversi da cantone a cantone)
-ca. 1000
Costi netti dell’impianto (da)24000
b) Spese correnti annualiCHF
Consumo energetico (elettricità)ca. 1000
Costi di manutenzione+ ca. 200
Ammortamento dei costi dell’impianto (15 anni)+ ca. 1600
Totale spese di gestione annualica. 2800
Spese aggiuntive per il montaggio dell’impianto fotovoltaico**
Proventi dovuti all’uso dell’energia solare per la produzione di energia elettrica.
a) Costi una tantumCHF
Impianto fotovoltaico 10,8 kWp montato (lordo)22 000
Detrazione della «rimunerazione unica» Swissgrid- ca. 5600
Costi netti dell’impianto (da)16 400
b) Spese correnti annualiCHF
Consumo di energia solare per uso proprioca. 1020
Energia solare immessa nella rete
Somma produzione di energia solare
+ ca. 200
Ammortamento dei costi dell’impianto (20 anni senza interessi)= ca. 1220
Costi di manutenzione (1% dell’investimento per l’impianto)- ca. 820
Totale proventi operativi annualica. 180
* Modello di calcolo: casa unifamiliare, abitata da quattro persone, superficie abitativa di circa 160 m2, consumo di energia per riscaldamento e produzione di acqua calda circa 15 000 kWh/a, consumo di corrente elettrica circa 10 000 kWh/a.
** Base di calcolo: la superficie disponibile per 36 pannelli solari è di circa 60 m2; 10.8 kWp; situazione ambientale media (esposizione a sud, città di Zurigo, calcolo annuale).

Contributi analoghi

Lascia un commento

Siamo interessati a una discussione aperta nei commenti, che devono tuttavia avere un riferimento specifico all’argomento trattato nell’articolo. Per saperne di più leggete le nostre regole per i commenti.

* Campi obbligatori