E-banking: sostituite adesso i dispositivi con Windows 7

Il 14 gennaio 2020 termina il supporto di Microsoft al sistema operativo Windows 7. Se il vostro e-banking funziona ancora su un dispositivo con Windows 7, dovreste passare in tempo a un dispositivo con un sistema operativo aggiornato.

Leader indiscusso tra i sistemi operativi Microsoft oggi è Windows 10, con una quota del 71% delle versioni Windows su desktop installate nel nostro paese. La versione precedente di Windows 7, lanciata all’inizio del 2009, raggiunge appena il 21%, come mostrano i dati di Statcounter.

Interruzione del supporto Microsoft – e allo stesso tempo anche della Banca Migros

È finita l’epoca di Windows 7. Il produttore Microsoft cesserà di fornire supporto per il sistema operativo il 14 gennaio 2020. Ciò significa che a partire da questa data Microsoft non rilascerà più aggiornamenti in grado di proteggere Windows 7 da falle di sicurezza attuali e future.
Anche se avete installato dei programmi antivirus, questi non saranno più in grado di fornire una protezione affidabile. Viceversa, è possibile che i programmi antivirus possano proteggere in un certo senso troppo e, se il sistema operativo presenta delle falle, bloccare l’accesso ad altri programmi, come per es. un’app di e-banking.
Alla luce di queste considerazioni anche la Banca Migros sospenderà il supporto per l’e-banking su dispositivi che utilizzano Windows 7 a partire dal 14 gennaio 2020. Vi invitiamo quindi a passare quanto prima a un dispositivo con un sistema operativo aggiornato, per poter così effettuare anche in futuro transazioni con l’e-banking presso la Banca Migros in tutta sicurezza e senza andare incontro a disagi. Una panoramica dei sistemi operativi supportati dall’e-banking della Banca Migros è disponibile sulla nostra pagina del supporto.

La fine di Windows 7

Tenete conto che il passaggio a un sistema operativo aggiornato si rende prima o poi necessario non solo per l’e-banking. Se si desidera installare un nuovo software o hardware, questo difficilmente sarà compatibile con Windows 7. Dopo oltre dieci anni dal lancio, è arrivato il momento di dire addio a Windows 7.

Contributi analoghi

Lascia un commento

Siamo interessati a una discussione aperta nei commenti, che devono tuttavia avere un riferimento specifico all’argomento trattato nell’articolo. Per saperne di più leggete le nostre regole per i commenti.

* Campi obbligatori