Pilastro 3a – l’allettante alternativa per i risparmiatori

Gli interessi attuali sul conto di risparmio sono molto bassi. Un’alternativa per i risparmiatori con un’ottica a lungo termine è rappresentata dal pilastro 3a. In particolare è consigliabile investire in un fondo previdenziale.

Tempi duri per i risparmiatori! I conti di risparmio non fruttano praticamente più interessi. Obbligazioni di cassa, mercato monetario, obbligazioni della Confederazione: anche per questi investimenti praticamente privi di rischi il tasso si muove vicino allo zero o, addirittura, in territorio negativo. Eppure esiste un’interessante alternativa al conto di risparmio, ossia il pilastro 3a.

I versamenti in questa forma di previdenza per la vecchiaia sono deducibili dall’imposta sul reddito fino a un determinato massimale, che nel 2015 è di 6768 franchi per i lavoratori affiliati a una cassa pensioni e addirittura di 33‘840 franchi per i lavoratori autonomi senza previdenza professionale. D’altro canto il prelevamento dei capitali accumulati nell’ambito del pilastro 3a è soggetto a una moderata imposizione, comunque inferiore agli importi risparmiati con le deduzioni.

Grazie all’effetto positivo sulle tasse il fisco provvede a un rendimento “garantito”.

Consideriamo l’esempio di una famiglia di quattro persone che ha un reddito imponibile di 80‘000 franchi e per vent’anni versa il massimale concesso. Se abita ad Aarau o a Losanna, il vantaggio fiscale rappresenta un rendimento annuo di poco meno dell’1 percento, che invece sale all’1,3 percento se è domiciliata a Bellinzona. Il rendimento maggiore in Ticino è dovuto da un lato al fatto che lì l’imposta sul reddito è relativamente elevata, quindi la deduzione dei contributi al pilastro 3a ha un peso maggiore. Dall’altro le prestazioni previdenziali in Ticino sono tassate a un’aliquota relativamente bassa.

Comunque sia, non importa in quale cantone si abiti: ovunque il privilegio fiscale del pilastro 3a produce in una certa misura un rendimento “garantito”. A ciò si aggiunge la remunerazione corrente del conto di previdenza, che alla Banca Migros è attualmente pari all’0,75 percento ed è esente da tasse. A differenza del conto di risparmio tradizionale, infatti, con il conto di previdenza gli interessi non sono soggetti all’imposta sul reddito.

Complessivamente per il conto di previdenza risulta un rendimento netto del 2-3 percento, in base alla personale situazione fiscale.

Vorsorgefonds_Grafik_itPer i risparmiatori le opportunità di guadagno a lungo termine sono ancora maggiori se i loro versamenti nel pilastro 3a non confluiscono su un conto di previdenza, bensì nei fondi previdenziali della Banca Migros, che negli ultimi cinque anni hanno conseguito una performance compresa tra il 14,6 e il 24,7 percento, a seconda del profilo di rischio (v. tabella). È importante sapere che questi rendimenti non sono erosi da spese supplementari.

Chi investe nei fondi previdenziali alla Banca Migros non paga né commissioni di emissione per l’acquisto e la vendita né diritti di custodia. Un altro bel vantaggio, che depone a favore del pilastro 3a come interessante alternativa.

Anche questi articoli potrebbero interessarvi:

Abbasso le diete – Con i Mi-Fonds risparmi in piena forma. Per sapere di più: bancamigros.ch/mi-fonds

Contributi analoghi

Lascia un commento

Siamo interessati a una discussione aperta nei commenti, che devono tuttavia avere un riferimento specifico all’argomento trattato nell’articolo. Per saperne di più leggete le nostre regole per i commenti.

* Campi obbligatori