Piano pensionistico a 55 anni: quando ritirarsi dalla vita lavorativa?

A 55 anni pianificate quando ritirarvi dalla vita lavorativa. Sfruttate il nostro test pensionistico come introduzione al tema. Leggete anche quali sono gli strumenti più importanti con cui gli ultracinquantenni possono finanziare al meglio la loro vita anche dopo l’attività lavorativa.

Come immaginate il vostro pensionamento? Magari volete abbandonare la vita lavorativa gradualmente oppure optare per una soluzione più rapida. O forse desiderate lavorare oltre l’età di pensionamento fino a 70 anni. Per legge è possibile, se il vostro datore di lavoro è d’accordo e la vostra cassa pensione prevede questa opzione.

A 55 anni la domanda più importante da porsi è: voglio andare in pensione anticipatamente o tardivamente?

A 55 anni la domanda più importante da porsi è: voglio andare in pensione anticipatamente o tardivamente? State magari prendendo in considerazione un pensionamento parziale? Per le persone che non dispongono – o non dispongono ancora – di un patrimonio consistente, in questa fase della vita occorre soprattutto definire le proprie priorità: preferisco andare in pensione anticipatamente? O per me è più importante avere un budget più elevato e potermi permettere un migliore tenore di vita durante il pensionamento? Anche gli aspetti fiscali giocano ovviamente un ruolo fondamentale.

A 55 anni avete da tempo adottato misure per evitare eventuali lacune previdenziali. Si spera che abbiate ancora tanta energia – magari volete persino intraprendere una nuova strada lavorativa o dedicarvi a una nuova passione? E all’orizzonte si profila già il pensionamento.

È arrivato il momento di decidere come programmare la propria uscita dalla vita lavorativa. Per gli ultracinquantenni i seguenti temi rivestono una fondamentale importanza: il momento del pensionamento, la prevenzione di lacune previdenziali e la modalità di prelievo.

1. Il momento del pensionamento

State pensando di rallentare i ritmi e ridurre il grado di occupazione? Desiderate andare avanti a pieno ritmo fino all’età ordinaria di pensionamento di 64 anni (donne) o 65 anni (uomini)? Intendete ritirarvi dalla vita lavorativa ancor prima? Un pensionamento anticipato è possibile a partire da 58 anni. O volete continuare a lavorare? Il pensionamento può essere posticipato fino all’età di 70 anni. Tra un pensionamento anticipato a 58 anni e un pensionamento differito a 70 anni ci sono dodici anni. In questo periodo di tempo esistono molti modi per ritirarsi dalla vita lavorativa. A seconda dell’opzione scelta, vi saranno enormi differenze e conseguenze per la situazione finanziaria dopo il pensionamento. Un pensionamento graduale rappresenta forse un’ideale via di mezzo. Indipendentemente dalla soluzione della vostra cassa pensione, in questo modo potete aumentare le vostre prestazioni di vecchiaia. Decidete almeno ora gli aspetti principali della vostra uscita dalla vita lavorativa.

2. La prevenzione di lacune previdenziali

Una lacuna previdenziale durante la vecchiaia è data dalla differenza tra le rendite (primo e secondo pilastro) e il vostro budget dopo il pensionamento. Questa lacuna deve poter essere colmata con i vostri risparmi privati fintanto che vivete.

In linea di massima vale la regola secondo cui i risparmi necessari dovrebbero corrispondere alla lacuna previdenziale annua moltiplicata per 20. Presupponendo un’aspettativa di vita di 85 anni, all’età di 65 anni (uomini) rimangono ancora 20 anni. Con un budget di 72 000 franchi all’anno e una rendita annua attesa di 61 000 franchi, ogni anno mancano quindi 11 000 franchi. Moltiplicando 11 000 franchi per 20 si ha una lacuna previdenziale totale di 220 000 franchi. Fino al pensionamento vi rimangono due possibilità: risparmiare subito ulteriore capitale o ridurre il budget per la pensione.

Come calcolare il fabbisogno patrimoniale
Esempio: coniugi con un reddito lordo di CHF 90 000
In linea di massima, l’80% del vostro ultimo reddito lordo corrisponde al vostro budget necessario dopo il pensionamento, nel nostro esempio quindi a CHF 72 000. Mettendo a confronto le rendite AVS e LPP (previdenza professionale) con questo budget, si ha una lacuna previdenziale annua di CHF 11 000.
Da qui possiamo dedurre il fabbisogno patrimoniale dopo il pensionamento: lacuna previdenziale annua di CHF 11 000 * numero di anni di speranza di vita (nel nostro esempio 20 anni) = CHF 220 000.
La domanda cruciale è: il patrimonio disponibile al momento del pensionamento è sufficiente per colmare la lacuna previdenziale annua?

Per quanto riguarda la cassa pensione, conviene solitamente coprire le spese di sostentamento fisse con una rendita e percepire il resto sotto forma di capitale.

3. La modalità di prelievo del vostro avere

A 55 anni vale la pena pensare a come utilizzare il proprio avere. Di seguito trovate le principali domande che dovete porvi.

  • Rendita, prelievo di capitale dalla cassa pensione o entrambi?
  • Voglio usufruire delle rendite AVS secondo i tempi previsti dalla procedura standard? Le prelevo anticipatamente o le rinvio?
  • Scagliono i miei prelievi di capitale della previdenza professionale e/o privata?

Le risposte a queste domande dipendono dalla vostra situazione finanziaria, dai vostri sogni, dai vostri programmi e dalla vostra salute. Sono pertanto molto individuali e hanno tanto a che fare con la vostra situazione lavorativa e con le regole della vostra cassa pensione. Esiste però una regola generale: per quanto riguarda la cassa pensione, conviene solitamente coprire le spese di sostentamento fisse con una rendita e percepire il resto sotto forma di capitale. D’altronde, i prelievi parziali di un pensionamento graduale sono estremamente interessanti dal punto di vista fiscale.

Per quasi tutte le persone di 55 anni questi temi rivestono un’importanza fondamentale ai fini di una pianificazione della pensione. Rispondete subito a queste domande per arrivare al pensionamento sicuri e sereni.

Effettuate il nostro test pensionistico e scoprirete quali altri aspetti della pianificazione della pensione sono essenziali. Potete utilizzare il test per farvi un’idea
delle principali tematiche oppure compilarlo, valutarlo voi stessi e riflettere sulle questioni importanti che riguardano la vostra pensione.

Familiarizzatevi con il tema svolgendo il nostro test pensionistico online.

Da qui accedete al nostro test pensionistico online.

Ora decidete se abbandonare l’attività lavorativa a 58 o a 70 anni. Oppure a un’età compresa tra queste due. Vi auguro di poter effettuare una pianificazione concreta in vista del vostro pensionamento.

Contributi analoghi

Lascia un commento

Siamo interessati a una discussione aperta nei commenti, che devono tuttavia avere un riferimento specifico all’argomento trattato nell’articolo. Per saperne di più leggete le nostre regole per i commenti.

* Campi obbligatori